Cosa separa esattamente un buon imprenditore da uno di successo? Intervista a Steve Jobs

Essere un buon imprenditore non sempre significa che tu riesca ad avere successo. Un buon imprenditore può innovare e prendere una nuova idea e farla crescere. Un buon imprenditore è un sognatore, è qualcuno che non ha paura di sbagliare e pensare al di fuori degli schemi. Un buon imprenditore può guardare una situazione in modo critico e prendere decisioni che meglio trarranno beneficio per l’azienda.

Ma cosa separa esattamente un buon imprenditore da quello di successo? In una parola, resilienza.

La resilienza è quella ricercata combinazione di spirito, passione e, soprattutto, perseveranza che porta le persone ad affrontare e superare i momenti di difficoltà. È una propensione a spingere ogni giorno, a gestire e conquistare le migliaia di sfide che si affrontano tutti i giorni. Il mercato è volubile, i clienti sono esigenti e le cose vanno spesso diversamente da quanto pianificato. Avere la determinazione di non arrendersi mai, nonostante la situazione, è ciò che aiuta un imprenditore a passare dall’innovazione al successo.

Non c’è dubbio che avere abilità tecniche e saperci fare con le persone può portarti lontano. Ed è anche vero che pensare e pianificare il tuo futuro ti aiuterà ad andare avanti. Tuttavia ,nelle fasi iniziali del tuo progetto, non hai la struttura di supporto di un grande dipartimento finanziario o un dipartimento IT da chiamare quando si rompe qualcosa o qualcosa non funziona. In qualunque posizione tu sia, dovrai prendere decisioni difficili che solo tu puoi prendere. Queste sono le sfide che da imprenditore dovrai affrontare per far partire un progetto, e se vuoi farcela, dovrai sopportare e perseverare.

Il fallimento non è una possibilità, è una certezza. Ogni imprenditore fallirà ad un certo punto della propria carriera. Potrebbe non accadere per un po’. Ma prima o poi tutti falliscono. L’imprenditore di successo capisce che il fallimento è un’opportunità per imparare e crescere. È un’opportunità per alzarsi, pulire la polvere dai pantaloni, e andare avanti. I fallimenti, sia grandi che piccoli, sono il test ultimo che divide quelli che sono in grado di sopportare la pressione da quelli che invece non ci riescono.

In un’intervista del 1995, Steve Jobs ha dichiarato: “Sono convinto che circa la metà di ciò che separa gli imprenditori di successo da quelli che falliscono, è la capacità di perseverare. Fare impresa è molto difficile e ci sono momenti così difficili che la maggior parte delle persone rinuncia. E non le biasimo, è davvero dura”.

Il business è duro. Ma un imprenditore con resilienza, spirito, passione e, soprattutto, perseveranza, può superare quello che gli viene buttato contro.

Un buon team e una rete di supporto aiutano, ma all’inizio di ogni giorno sta a te decidere come affrontare la vita. Pratica l’innovazione, il pensiero critico e l’ottimismo. Ma ricorda, richiede forza e determinazione per continuare, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, mese dopo mese.


Come dice Steve Tobak:

Come la vita, le imprese di successo sono maratone, non sprint, l’unica differenza e’ che che non esiste una linea di arrivo. È solo un modo di vivere, perciò vivi!!!
1 visualizzazione0 commenti

© 2019 by Manuel Di Pasquale. Proudly created for GROWERS FOR CHANGE